Viagra mostrato per ammorbidire pareti cardiache

Published on: Feb 20 2012 by admin

Altre ricerche dimostrano che il Viagra può avere un effetto positivo sul cuore è stato pubblicato da un gruppo di ricercatori. Ruhr University Bochum gli scienziati che lavorano in collaborazione con un team del famoso Mayo Clinic nel Minnesota, ha detto che la loro ricerca ha dimostrato che l’ingrediente attivo di Viagra sildenafil citrate cioè potrebbe rendere le pareti dure di un cuore sano riguadagnare la loro elasticità.

Per la ricerca gli scienziati hanno usato cani che sono stati affetti da una malattia che ha impedito la camera di cuore da riempire con il sangue. Questa malattia che si chiama insufficienza cardiaca diastolica si verifica quando vi si irrigidiscono le pareti cardiache. I ricercatori hanno detto che il citrato di Sildenafil attivato un enzima che ha reso la proteina titina nelle cellule del miocardio relax.

Professor Wolfgang Linke della Ruhr University Bochum Istituto di Fisiologia ha spiegato che questa ricerca effettuata con i cani potrebbe portare ad un trattamento per i pazienti umani in un prossimo futuro. Ha anche detto che soffre di insufficienza cardiaca diastolica è stato uno dei motivi principali per cui le persone anziane finite in ospedale e che la mancanza di elasticità delle pareti cardiache era sostanzialmente incurabile.

Gli uomini che hanno i cuori sani sono anche estremamente probabilità di soffrire di disfunzione erettile. Se si vuole continuare ad avere rapporti sessuali quando si invecchia è necessario mantenersi in forma, mangiare sano e fare in modo di mantenere il vostro cuore in buona forma.

Notizie MyHealthCareDoc ha pubblicato un sacco di ricerche che mostrano il legame tra il cuore, disfunzione erettile e il Viagra e questa nuova ricerca aggiunge solo per la ricchezza di elementi di prova che punta al fatto che nel prossimo futuro è molto probabile che il Viagra diventerà un farmaco aiutare gli uomini, non solo più sani ma anche più sane erezioni cuori!

Questa nuova ricerca è stato pubblicato integralmente dalla rivista Circulation clinica.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Sorry, the comment form is closed at this time.