ups obesità la possibilità di infezione del tratto urinario

Published on: Apr 05 2012 by admin

Secondo uno studio pubblicato nel numero di febbraio di Urologia, l’obesità può aumentare il rischio di diagnosi di infezione del tratto urinario (UTI) negli uomini e nelle donne, suggerendo che l’associazione tra obesità e UTI è più forte per i pazienti con obesità patologica.

I ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine a Baltimora, ha esaminato la crediti di assicurazione di 95,598 adulti dal 2002 al 2006 per identificare i pazienti con diagnosi di infezione del tratto urinario.

Un team di ricercatori guidato da Michelle J. Semins, ha scoperto che del totale, il 13% dei partecipanti sono stati diagnosticati con infezioni del tratto urinario, mentre solo il 0,84% ha sviluppato pielonefrite. I ricercatori hanno scoperto che un numero maggiore di pazienti con indice di massa corporea (BMI) superiore a 30kg/m2 sono stati diagnosticati con UTI rispetto ai pazienti con un più basso BMI.

Rispetto agli uomini, le donne erano 4,2 volte più probabilità di essere diagnosticati con una IVU, e 3,6 volte più probabilità di essere diagnosticati con pielonefrite, ha trovato gli autori dello studio. I ricercatori hanno detto che i pazienti obesi avevano più probabilità di essere diagnosticata con una UTI o pielonefrite rispetto ai pazienti con peso normale, indipendentemente dal grado di obesità.

“L’obesità è stata anche associata a condizioni urologiche, come maschile e disfunzione sessuale femminile, infertilità, incontinenza, neoplasie genito-urinario, e nefrolitiasi”, ha scritto Michelle J. Semins in questo articolo, suggerendo che l’associazione tra obesità e UTI non è ancora stato definito.

I ricercatori ritengono che i risultati dello studio possono aiutare i medici a curare i pazienti obesi meglio, indicando che può anche aiutare i medici nella consulenza trattamento di perdita di peso.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Sorry, the comment form is closed at this time.