studio di nuova influenza potrebbe fornire la speranza di un nuovo trattamento universale

Published on: Feb 27 2012 by admin

Scienziati britannici e svizzeri hanno scoperto un corpo anti, chiamato FI6, in un essere umano in grado di contrastare il virus A dell’influenza.

Anche se nelle sue fasi iniziali, gli scienziati ritengono che la scoperta potrebbe offrire nuove speranze di un vaccino antinfluenzale universale. Attualmente, i vaccini devono essere cambiati ogni anno per far fronte a vari nuovi ceppi del virus che si trovano. Lo sviluppo potrebbe eliminare questo compito inefficienti e costosi e offrono nuove speranze per le persone affette da questa condizione potenzialmente pericolosa.

John Skehel del britannico National Institute for Medical Research, citato da Reuters, ha dichiarato: “Come abbiamo visto con la pandemia 2009, un ceppo di influenza relativamente mite può mettere un pesante onere per i servizi di emergenza. Avere un trattamento universale che può essere somministrato in situazioni di emergenza sarebbe un bene inestimabile “.

Il lavoro precedente ha scoperto gli anticorpi che eliminano Gruppo 1 virus dell’influenza A o del gruppo 2 virus, ma fino ad ora nulla è stato scoperto che può funzionare contro entrambi. L’anticorpo è stato testato su topi e fu un successo in modo che i ricercatori stanno ora sperano di continuare lo sviluppo ad una fase in cui il nuovo trattamento può essere testato negli esseri umani.

L’influenza colpisce oltre 12.000 persone nel Regno Unito ogni anno con Tamiflu è la scelta del trattamento più importante per la prevenzione dell’influenza più grave. Il team di ricerca hanno messo una timeline tre anni sullo sviluppo del nuovo trattamento universale

Filed under: Influenza

Sorry, the comment form is closed at this time.

Sorry, the comment form is closed at this time.