che dice che quando se non per nuova pandemia influenzale

Published on: Feb 28 2012 by admin

In una recente conferenza organizzata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottolineato l’importanza della comunità internazionale che si uniscono per coordinare lo sforzo di battere le future pandemie influenzali. Gli esperti della sanità in tutto il mondo ha avvertito che è solo una questione di tempo prima che un altro inizio di epidemia di influenza pandemica e che il mondo deve essere preparato a questa eventualità.

Alla conferenza oltre 100 esperti di influenza autorevoli provenienti da circa 30 diverse nazioni sono riuniti a Città del Messico con il solo scopo di venire con idee e formulazione di piani per prevenire un altro animale di epidemia di influenza umana [come il virus dell'influenza suina] dal prendendo piede.

La conferenza che è stato chiamato rischi per la salute degli ecosistemi uomo-animale è stato dato il pieno sostegno del governo messicano, che è fin troppo consapevole degli effetti di un virus influenzale come l’influenza suina che ha avuto origine in Messico.

L’Organizzazione mondiale della sanità Vice Direttore Generale della Sanità Sicurezza e Ambiente, Keiji Fukuda ha sottolineato l’importanza di accelerare i piani in caso di pandemia e ha avvertito che non era una questione di se ci sarebbe stata un’altra pandemia, ma solo una questione di quando! Oltre ad aiutare i paesi da terzo mondo con le risorse per prevenire la diffusione di virus influenzali dagli animali alle persone è stato inoltre più volte dichiarato che era essenziale che un corretto monitoraggio di tutti i virus influenzali in tutto il mondo, è stata coordinata in modo che le tendenze ei modelli che sono stati emergenti potevano essere identificati.

Il direttore dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura della protezione degli animali e la salute, Bethe Tekola ha anche avvertito che il problema non era solo uno per i paesi del terzo mondo di cui preoccuparsi e che i paesi del mondo, anche prima come l’America e l’Unione europea ha molto da temere da un influenza epidemia. Paesi del primo mondo deve ricordare come Città del Messico completamente spento ad un costo enorme per l’economia messicana quando la pandemia dell’influenza suina scoppiata.

Se un virus influenzale grave e mortale cominciato a diffondersi in Europa, viaggi sarebbe vietata, la gente non si alza per lavorare e ci potrebbe anche essere il panico di massa e rivolte, come la gente ha cercato di mettere le mani sui farmaci contro l’influenza. L’impatto finanziario della crisi zona euro sarebbe stato nulla in confronto ad un virus influenzale mortale in Europa.

Filed under: Influenza

Sorry, the comment form is closed at this time.

Sorry, the comment form is closed at this time.